Il destino dell'universo e la sua evoluzione preoccupano tutti: nella vita quotidiana, come nelle dispute filosofiche, non smettiamo di interrogarci su questo argomento. Che si tratti del minuscolo pianeta roccioso che occupiamo e che vive grazie al suo Sole o dell'intero, maestoso, probabilmente infinito, cosmo che cerchiamo di osservare con potentissimi telescopi, la cosmologia e l'astrofisica consentono oggi previsioni affidabili. Sappiamo ad esempio che il Sole evolve e che, tra circa un miliardo di anni, l'aumento graduale del suo flusso di energia renderà impossibile la vita sulla Terra. Ammesso che riusciremo a perpetuarci così a lungo, potremo emigrare verso altri mondi? E che ne sarà di noi e della nostra Galassia? Uno tra i maggiori studiosi di questo tema, Paolo De Bernardis,  sarà ospite del nostro Liceo dove, venerdì 23 febbraio 2018, a partire dalle 10:15,  dialogherà con alunni e docenti su Il mito e l'evoluzione dell'Universo.
L'incontro rientra nell'ambito del progetto Il Mito, origine di ogni sapere e sarà introdotto dal dirigente scolastico Annarita Corrado.

Paolo de Bernardis insegna Astrofisica e Cosmologia Osservativa presso l'università La Sapienza di Roma. Accademico dei Lincei, è stato coordinatore dell'esperimento Boomerang e co-investigator della missione Planck dell'Esa, dedicati alla realizzazione dell'immagine dell'universo primordiale. Ha ricevuto premi internazionali tra cui il Balzan (2006) e il Dan David (2009).